I materiali e i colori di Banca Intesa

Da Office Layout n° 120. (Il modello progettuale di Banca Intesa)

Il modello progettuale di banca aperta nelle filiali di Banca Intesa

Realizzazione eseguita in 120 giorni


SCHEDA DELL’OPERA

Committente: Banca Intesa Spa

Polo Immobiliare Lombardia 1

Responsabile: Massimo Colombo

Coordinamento esecutivo:

Simone Sprecapane, Roberta Scrocchi

Coordinamento impiantistico: Bruno Monti

General contractor: Bank Consulting srl

Responsabile tecnico: Maurizio Grassi

Modello progettuale Banca Intesa

La filiale di Banca Intesa di Piazzale Maciachini a Milano è collocata in una palazzina della prima metà del novecento. Raggruppa due precedenti filiali situate nelle vicinanze; la posizione è strategica, confluenza e snodo della principale viabilità, abbinata all’ampio parcheggio a disposizione della clientela posto nel cortile antistante l’edificio.

Il layout è stato sviluppato dal Polo Immobiliare Lombardia 1 di Banca Intesa, coordinato dall’architetto Massimo Colombo, mentre la progettazione esecutiva e costruttiva, edile, strutturale ed impiantistica è stata curata dalla Bank Consulting, sotto il coordinamento dell’architetto Maurizio Grassi.

Nella filiale è stato applicato il nuovo modello progettuale che Banca Intesa sta utilizzando per uniformare l’immagine delle dipendenze che prevede l’applicazione del concetto di “banca aperta”, con l’ eliminazione delle vecchie bussole d’accesso, del classico bancone a favore di un accesso mediante una porta scorrevole, postazioni di ricevimento del pubblico e ampia zona self service.

Nel progetto i materiali e i colori rispecchiano la contemporaneità ed il dinamismo del gruppo bancario: le pareti di suddivisione dei locali e dei box consulenza sono infatti interamente vetrate, i pavimenti sono in gres porcellanato di grande formato, di colore neutro, e i controsoffitti sono stati appositamente progettati e realizzati in pannelli di gesso forato da 60×90 cm. Così come, per valorizzare e differenziare la filiale, la nuova scala è stata rivestita in marmo giallo egiziano, mentre il nuovo ascensore oleopneumatico è stato dotato di porte vetrate e profilate in acciaio inox.

Il progetto ha previsto la ristrutturazione e adeguamento di tre piani dell’edificio: piano interrato, terra e primo. Per il collegamento dei piani sono state progettate una nuova scala e un nuovo ascensore. La realizzazione delle opere è stata affidata alla Bank Consulting, azienda specializzata nell’ allestimento di uffici, sedi e filiali bancarie “chiavi in mano”, che in qualità di general contractor ha eseguito anche tutta la progettazione esecutiva delle opere, che hanno riguardato anche interventi strutturali sull’immobile.

Attraverso un’accurata programmazione dei lavori,Bank Consulting si è inoltre occupata del coordinamento delle opere, delle forniture e dei tecnici impegnati nell’allestimento. L’intervento, realizzato in meno di 120 giorni, ha riguardato l’esecuzione di opere edili, impianti di condizionamento, elettrici, sicurezza e trasmissione dati, infissi, pavimenti e controsoffitti.

L’inserimento della nuova scala e del nuovo impianto ascensore, hanno comportato la demolizione di due solai intermedi e la creazione ex novo del vano corsa con relativa fossa sottostante. Al piano interrato, i lavori hanno interessato la realizzazione dei locali tecnici per gli impianti elettrici, dell’elevatore ed i locali accessori a servizio della dipendenza. Le pavimentazioni interne a tutti i livelli, sono state completamente rifatte, in parte su massetto ed in parte sopraelevate per permettere una facile manutenzione e implementazione degli impianti elettrici.

L’altezza dei locali esistenti ha comportato la realizzazione di velette di raccordo in cartongesso inclinate che incorporano una serie di faretti orientabili che forniscono un’illuminazione d’accento per gli espositori della comunicazione grafica. All’esterno è stato realizzato un nuovo cancello pedonale e l’illuminazione del cortile.